La Cattedrale di Otranto

È la cattedrale più grande del Salento e si trova nel punto più alto della città, nel pieno centro del borgo antico.

Fu edificata sui resti di una domus romana, di un villaggio messapico e di un tempio paleocristiano, nella seconda metà dell'anno 1000 ed è dedicata a Santa Maria Annunziata.

L'episodio più famoso legato alla cattedrale è certamente quello dell'invasione turca del 1480, durante la quale all'interno della cattedrale furono massacrati tutti i cristiani che vi cercarono rifugio. Inoltre la cattedrale venne adibita a moschea ed i suoi tesori artistici andarono distrutti. Tutto questo fino a quando la città non venne liberata ad opera degli Aragonesi.

La struttura interna è costituita da tre navate e proprio in fondo alla navata destra si trova la "cappella dei Martiri", cioè degli 800 cristiani massacrati dai turchi perchè si rifiutarono di rinnegare la propria fede, ed è la parte della chiesa dedicata al ricordo dello sterminio dei "Martiri d'Otranto".